Ciao Telecom e non solo WhatsApp: così comunica la Next generation


Ha fatto grande scalpore il recente annuncio dell’acquisto di Telecom Italia da parte del gruppo spagnolo Telefonica. Un passaggio di consegne che spinge a riflettere sul futuro della telefonia, ma anche su come gestire la comunicazione personale di tutti i giorni.   Prima Telecom rappresentava l’unico fornitore del servizio, poi sono arrivati i cellulari e la storia è un bel pò cambiata.   La concorrenza è diventata spietata, o clemente se vista dalle tasche dei clienti, e sono arrivati Tele Due (oggi Tele Tu), Wind, Omnitel (Vodafone oggi), Tre e tanti altri, sia per telefoni fissi che per dispositivi mobili. Il telefono di casa è sempre più raro nelle nuove famiglie, tanto che da una ricerca recente emerge che “La telefonia fissa, invece, continua a mostrare la corda: il calo delle linee d’accesso è di circa 450mila unità, in lieve accelerazione rispetto alla contrazione del 2011 (-360mila)”, come riporta La Stampa.  Finisce qui? Tutt’altro, perché una nuova ondata di app rischia di mettere in secondo piano anche i contratti per le chiamate su smartphone.   Non solo WhatsApp,  tra i più diffusi nel fornire sms gratis in tempo reale, ma numerosi sono i nuovi arrivati.  Eccone una breve lista

  1. Viber –  Si tratta forse del maggiore competitor di Whatsapp come diffusione, essendo stato tra i primi a permettere sms e telefonate gratuite.   Un sistema pratico e utile per chi fa molte chiamate e ha un buon piano tariffario con internet.
  2. Tango – Questa applicazione rappresenta probabilmente una ulteriore evoluzione rispetto alle precedenti.  Oltre che sms e chiamate, permette infatti video call gratuite, un aspetto che la rende molto appetita dalle nuove generazioni con dispositivi sempre più veloci e capaci di supportare la “pesantezza” nell’utilizzo delle immagini in movimento.   Inoltre i nuovi aggiornamenti permettono localizzazioni di persone nella propria aria geografica che usano l’app.
  3. Wechat – L’ultimissima novità nel settore, che però si è già affermata in rete grazie a una promozione martellante, anche attraverso l’uso di un personaggio del calibro di Lionel Messi, campione argentino del Barcellona.    Particolare la funzione “agita” che permette di interagire con altri iscritti pescati casualmente in rete, muovendo con forza il proprio smartphone.
  4. Chad2Win –  Ultimissima applicazione che ha l’attraente caratteristica di pagare i propri utenti mentre mandano messaggi. Quando si chatta appare un banner nella parte superiore dello schermo, cliccando sul quale appare uno spot pubblicitario.  La semplice trasmissione dello spot permette di guadagnare fino ad un massimo di 25 euro al mese,  con  il 30% degli investimenti pubblicitari ridistribuiti tra gli utenti. Ecco il video dell’AGI al riguardo.
  5. Line –  Molto simile a Tango nella capacità di offrire chiamate gratuite, msg e video chiamate, con una serie di emoticons creativi per chi preferisce comunicare con fantasia.   La particolarità è che sono più di una le app da scaricare per completare il suo funzionamento e far partire anche il servizio di chat.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...