Tumml in Naples explains how to “accelerate” a Smart city


Clara Brenner, Tumml CEO

Clara Brenner, Tumml CEO

Significant steps forward to develop the Smart cities of the ne(x)t generation and how to build competitive startups.  This was the purpose of a seminar sponsored by Amerigo Association in collaboration with the U.S. Consulate of Naples and Union of industrials of Naples, held on October 6 in Naples, Italy and entitled “The U.S. and Italian smart city from startups to smart apps and beyond”.  The idea is to provide the best advices on how to select the most innovative programs, fund them and put them in integrated projects through the presence of experts of international importance, institutions, corporations and investors.
The event represents the second stage of the Smart City Tour of Italian Amerigo & Partners.
Special guest of the event, which was also attended by the U.S. Consul General of Naples Colombia Barrosse, was Carla Brenner, CEO and co-founder of Tumml, a non profit urban ventures accelerator whose work focuses in the field of best solutions for the Smart-Cities and urban redesign. Brenner has been listed by Forbes magazine among the 30 young people under-30’s most important in social entrepreneurship.  How to become a Smart city? Brenner’s strategy to follow is: “Having in all the areas of the city administration a professional figure focused on innovation, who drives the initiatives and reports directly to the mayor”. The American entrepreneur also suggested “to promote the culture of risk-taking” and acceptance of failure. Be smart – she said – is to break new ground, that means that sometimes you will not get the desired result. It must be ensured – Brenner added – that both the city administration to the entire community access to basic technological infrastructure, such as computers, email, wi-fi, web hosting and so on. Be smart – Brenner concluded – and not just follow trends, but concentrate your efforts on what really will have an impact in terms of smart city. Do not try to accomplish everything, but rather choose what is right for your community”.
Tumml offers mentorship and boost  startups chances, and the CEO said that among 400 applications received for being involved by the accelerator, only one came from Italy.  Till October 24, 2014 there is a new chance to apply for their “Winter 2015 Cohort”, here the link: TUMML
Finally she answered to several questions, focusing on the importance of creativity, sometimes more than hi-tech practices, in developing the next Smart cities.
The meeting was attended  by Ambrogio Prezioso, President of the Union of Industrials of Naples; Vito Cozzoli, Chairman of Amerigo; Carlo Purassanta, CEO of Microsoft Italy, Julieta Valls Noyes, Deputy Assistant Secretary, Bureau of European and Eurasian Affairs of U.S. State Departiment, Stefano Caldoro, president of Campania region and Tommaso Sodano, Deputy Mayor of the city of Naples.  Purassanta talked about important collaborations between the Microsoft and the University of Naples in hi-tech projects linked to the educational world.
Gianluigi Traettino, vice president of Amerigo, and Andrea Gumina, Head of Government of Amerigo and Program Manager of Smart City Tour, underlined the importance of this challenging Smart City Tour, announcing the next stage on November 10 in Brussels, capital of Belgium.

ITALIAN VERSION

Significativi passi in avanti per sviluppare le città intelligenti della ne(x)t generazione e come costruire startup competitive. Questo era lo scopo di un seminario sponsorizzato dall’Associazione Amerigo in collaborazione con il Consolato degli Stati Uniti con sede a Napoli e dell’Unione industriali di Napoli, svoltasi il 6 ottobre nel capoluogo partenopeo e dal titolo “Gli Stati Uniti e la smart city italiana dalle smart start-ups alle smart apps e oltre”. L’idea è quella di fornire i migliori consigli su come selezionare i programmi più innovativi, finanziarli e metterli in progetti integrati attraverso la presenza di esperti di rilievo internazionale, istituzioni, imprese e investitori.
L’evento rappresenta la seconda tappa dello Smart City Tour della Amerigo & Partners.
Special guest della manifestazione, a cui è intervenuta anche il Console Generale degli Stati Uniti per il Sud a Napoli Italia Colombia Barrosse, è Carla Brenner, CEO e co-fondatore di Tumml.org, un acceleratore senza scopo di lucro il cui lavoro si concentra nel campo delle migliori soluzioni per le Smart city e ridisegno urbano. Brenner è stata inserita dalla rivista Forbes fra i 30 giovani under-30  più importanti per l’imprenditorialità sociale. Come arrivare a una Smart city? La strategia di Brenner da seguire è: “Avere in tutte le aree dell’amministrazione comunale una figura professionale focalizzata sull’innovazione, che guida le iniziative e le relazioni direttamente al sindaco” L’imprenditore americano ha inoltre suggerito “di promuovere la cultura della assunzione di rischi”. e l’accettazione del fallimento. “Essere smart – ha detto – implica “rivoltare” un nuovo terreno, e questo significa che a volte non sarà possibile ottenere il risultato desiderato. Occorre garantire – Brenner ha aggiunto – che sia l’amministrazione comunale a fornire a tutta la comunità l’accesso alle infrastrutture tecnologiche di base, come computer, posta elettronica, internet wi-fi, web hosting e così via. Essere smart – Brenner ha concluso – non è seguire le tendenze, ma concentrare i vostri sforzi su ciò che realmente avrà un impatto in termini di smart city. Non cercare di realizzare tutto, ma piuttosto scegliere ciò che è giusto per la vostra comunità “.
Tumml offre mentorship e spinge startup verso nuove occasioni, e l’amministratore delegato ha detto che tra 400 richieste ricevute per essere coinvolti dall’acceleratore, solo una è dall’Italia.  Fino al 24 ottobre 2014 è possibile essere coinvolti in nuovi progetti finanziati dalla company, questo il link per partecipare TUMML
Infine ha risposto a diverse domande, concentrandosi sull’importanza della creatività, a volte più delle pratiche hi-tech, per lo sviluppo delle prossime Smart city.
Alla riunione hanno partecipato Ambrogio Prezioso, Presidente dell’Unione degli Industriali di Napoli; Vito Cozzoli, Presidente di Amerigo; Carlo Purassanta, Amministratore Delegato di Microsoft Italia, Julieta Valls Noyes, Vice Assistente Segretario, Ufficio per gli affari europei ed euroasiatici del dipartimento di Stato degli Stati Uniti, Stefano Caldoro, presidente della Regione Campania, e Tommaso Sodano, Vice Sindaco della città di Napoli. Purassanta ha parlato di importanti collaborazioni che crescono tra Microsoft e l’Università di Napoli in progetti hi-tech legati al mondo educativo.
Gianluigi Traettino, vice presidente di Amerigo, e Andrea Gumina, capo del governo di Amerigo e Program Manager di Smart City Tour, hanno sottolineato l’importanza di questa sfida Smart City Tour, annunciando la prossima tappa il 10 novembre a Bruxelles, capitale del Belgio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...