Cosa “spinge” il 2015: dagli invadenti droni alla stampa 3D


DroneSta cambiando in modo radicale l’economia, la tecnologia e lo stesso mondo della comunicazione, tanto che quello che appariva avveniristico fino a qualche anno fa, risulterà a breve obsoleto. Un esempio? Parlando di tecnologia senza dubbio il Tablet sta sempre di più trasformandosi in uno sfizio tecnologico non completo, mentre smartphone come l’iPhone più recente e il concorrente Samsung Galaxy sono sempre più agguerriti nel dare uno strumento tuttofare per i geek addicted. La nuova rivoluzione però riguarda, in particolare, due strumenti sempre più in ascesa.  I droni e le stampanti in 3D.
Se surfando tra gli scaffali di una catena all’ingrosso osservate una specie di ragno gigante con pale tonde, allora vi siete imbattuti nei primi.  I droni sono dei mini elicotteri comandanti a distanza che svolgono funzioni di vario tipo, tanto che da tempo l’aviazione USA li utilizza per attacchi mirati contro obbiettivi nemici o per spionaggio.  Ora ne hanno progettati alcuni collegati agli smartphone in modo da poter farsi “seguire” da questo volatile angelo custode o per monitorare la propria attività fisica o semplicemente per vanità.  Il rischio non improbabile è di osservare negli anni un cielo sempre più invaso da questi mini oggetti volanti, così da portare a problemi di gestione di traffico “aereo” anche a pochi metri d’altezza.
Immaginate poi le implicazioni per la comunicazione.  Fa quasi sorridere ripensare a Robert Downey jr. che nel film Air America provocava danni con l’elicottero avvicinandosi troppo al traffico durante un problema di viabilità.
Nel breve, grazie anche a super telecamere tipo quelle Go Pro, l’informazione si calerà sempre di più nella news. Senza effetti rischiosi sulle persone, come dimostra ciò che è accaduto ad un “povero drone” colpevole di voler insinuare la supremazia di una aquila nel suo territorio.
Le stampanti in 3D oramai sono strumenti sempre più noti e capaci di costruire oggetti in maniera sempre più veloce, creativa e performante.  Addirittura ne hanno concepite alcune capaci di riprodurre cibi quali biscotti o pizze.  E siamo solo all’inizio.  In un prossimo futuro ognuno potrebbe possederne una, in modo da costruirsi una penna personalizzata o sostituire un componente di casa (una maniglia di una porta, una chiave inglese, un portapenne, oggetto degli elettrodomestici ecc.).  Tuttavia l’aspetto più interessante, per la sua utilità pubblica, è l’utilizzo in ambito medico e chirurgico.  Protesi sempre più precise e compatibili e addirittura vasi sanguigni e ventricoli.  Per non parlare di quando anche organi interni saranno a disposizione per una sicura sostituzione.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...